Home > News > Malformazione del pene e chirurgia andrologica, diretta Facebook 7 maggio.

Ultimi articoli

31 Luglio 2020
Ecco le date delle chiusure estive delle nostre sedi
29 Luglio 2020
Dal ruolo dello screening nella diagnostica sportiva ai problemi della vista durante l’attività fisica
29 Luglio 2020
Centro di medicina Rovigo amplia gli spazi e i servizi integrando oculistica e ginecologia
24 Luglio 2020
Da venerdì 24 luglio si accede alla struttura dal varco laterale che si affaccia sull’headquarter
24 Luglio 2020
Interviene la dott.ssa Silvia Guarnieri, specialista in Ginecologia e Ostetricia

Archivi

News

2 Maggio 2018

Malformazione del pene e chirurgia andrologica, diretta Facebook 7 maggio.

Lunedì 7 maggio alle 12.00, il dott. Massimo Capone ci parlerà di questo argomento delicato e di eventuale trattamento chirurgico.

Lunedì 7 maggio alle 12.00, il dott. Massimo Capone ci parlerà di un argomento delicato:  le malformazioni del pene ed eventuale trattamento chirurgico.

Per malformazione si intende un incurvamento, una deviazione anomala del pene durante l’erezione, che può acquisire una vera e propria curvatura patologica tale da compromettere la penetrazione.

Può essere congenita o acquisita, se l’insorgenza è successiva e legata a traumi o patologie concomitanti quali Malattia di La Peyronie (IPP)

I disturbi correlati all’incurvamento penino congenito variano principalmente in base all’angolo di curvatura: se è inferiore a 30° il difetto può essere considerato solo come un inestetismo e non pregiudica la capacità di penetrazione; può tuttavia essere fonte di un particolare disagio psicologico collegato all’anomalia anatomica che va sotto il nome di dismorfofobia che rende necessaria la correzione chirurgica nelle forme più gravi, resistenti alla psicoterapia;  gli incurvamenti più gravi  possono rendere più o meno difficoltosa la penetrazione vaginale sino a renderla impossibile, con pesanti ripercussioni sulla sfera sessuale del paziente.

L’IPP è caratterizzata dalla presenza di una o più placche fibrose dure nei corpi cavernosi del pene che, prive di elasticità per loro natura cicatriziale, provocano l’incurvamento durante l’erezione.

L’età media di insorgenza della malattia è tra i 50 e i 60 anni, anche se è possibile osservarla in pazienti più giovani.

Quali sono le terapie per questo disturbo? Seguiteci lunedì 7 maggio alle 12, ce ne parlerà il dott. Massimo Capone, che risponderà a tutte le vostre domande a riguardo.

 

Ultimi articoli

31 Luglio 2020
Ecco le date delle chiusure estive delle nostre sedi
29 Luglio 2020
Dal ruolo dello screening nella diagnostica sportiva ai problemi della vista durante l’attività fisica
29 Luglio 2020
Centro di medicina Rovigo amplia gli spazi e i servizi integrando oculistica e ginecologia
24 Luglio 2020
Da venerdì 24 luglio si accede alla struttura dal varco laterale che si affaccia sull’headquarter
24 Luglio 2020
Interviene la dott.ssa Silvia Guarnieri, specialista in Ginecologia e Ostetricia

Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Cookie Policy.Cookie Policy. Cliccando "Ok" su questo banner o proseguendo nella navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie.

Impostazioni: scegli a quali tipologie di cookie dare il consenso. Clicca "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.