Home > News > Sul palco del Toniolo a Conegliano il confronto tra Gorian, Anselmucci, Zuccalà e Dell’Agnola

Ultimi articoli

1 Dicembre 2020
Interviene il dott. Vittorio Gallo, specialista in Chirurgia Generale a Vicenza
30 Novembre 2020
Martedì 1 dicembre un webinar ECM gratuito, in diretta streaming su “La fertilità oggi, limiti e strategie vincenti
28 Novembre 2020
Sono oltre 150 le diverse patologie che interessano l’apparato muscolo scheletrico
27 Novembre 2020
Il terzo incontro del ciclo “Eye Project” è dedicato alla “retina liquida”
23 Novembre 2020
Incontro in diretta streaming su Youtube e Facebook giovedì 26 novembre alle 18.30

Archivi

News

9 Ottobre 2020

Sul palco del Toniolo a Conegliano il confronto tra Gorian, Anselmucci, Zuccalà e Dell’Agnola

Durante la serata si è discusso di come affrontare la montagna in sicurezza

Il futuro della medicina? Una medicina personalizzata o meglio di precisione, dove la strategia terapeutica, la diagnosi ed il follow-up sono migliori rispetto al modello generico. Un concetto importante emerso dall’incontro dal Cai Conegliano dal titolo “In equilibrio tra le vette. La Prevenzione degli infortuni in montagna”, che ha visto a confronto l’alpinista Manrico Dell’Agnola e i medici Airì Gorian, neurologa, Federico Anselmucci, oculista e Maria Isabella Zuccalà, dietista, specialisti del Centro di medicina di Conegliano.

Ai tre medici è toccato il compito di sintetizzare i temi di maggior interesse quando si sale di quota: il rapporto tra alimentazione e idratazione, il binomio percezione visiva e capacità di muoversi correttamente nello spazio ed il rapporto con la fatica e lo sforzo fisico intenso. L’alpinista Dell’Agnola è intervenuto portando le sue esperienze in alta quota e da questo confronto è emerso come “ogni paziente ha un proprio profilo sempre più articolato, fatto non solo di dimensione biologica ma anche personale, sociale e culturale. Questo comporta uno sforzo sicuramente maggiore nel capirne la complessità ma dall’altro lato migliora la spesa, riducendo il ricorso a terapie non necessarie e costose”.

La serata, si è conclusa con la consegna ai partecipanti del gagliardetto del Cai Conegliano. “La montagna richiede preparazione e dagli interventi di questa sera sono emersi elementi molto utili per affrontarla in sicurezza. – ha ribadito Gloria Zambon Presidente del Cai Conegliano – Ringrazio il Centro di medicina e i suoi specialisti e auspico che almeno una volta l’anno si possa ripetere questa positiva esperienza”.

L’evento, organizzato dal Cai Conegliano con la direzione scientifica di Centro di medicina Conegliano, ha avuto il patrocinio del Comune di Conegliano.

 

Ultimi articoli

1 Dicembre 2020
Interviene il dott. Vittorio Gallo, specialista in Chirurgia Generale a Vicenza
30 Novembre 2020
Martedì 1 dicembre un webinar ECM gratuito, in diretta streaming su “La fertilità oggi, limiti e strategie vincenti
28 Novembre 2020
Sono oltre 150 le diverse patologie che interessano l’apparato muscolo scheletrico
27 Novembre 2020
Il terzo incontro del ciclo “Eye Project” è dedicato alla “retina liquida”
23 Novembre 2020
Incontro in diretta streaming su Youtube e Facebook giovedì 26 novembre alle 18.30

Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Cookie Policy.Cookie Policy. Cliccando "Ok" su questo banner o proseguendo nella navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie.

Impostazioni: scegli a quali tipologie di cookie dare il consenso. Clicca "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.