logo Centro di Medicina
Home > BlogSalute > DIFENDERSI DAL SOLE: FALSI MITI E VERITA’

Ultimi articoli

27 Settembre 2019
Domenica 29 settembre è la Giornata Mondiale del Cuore
13 Agosto 2019
È vero che se mi riparo sotto l’ombrellone la crema solare non serve? Questi e altri miti sulla foto protezione
26 Luglio 2019
La stagione estiva arriva portando con sé non solo le vacanze, ma anche problematiche e rischi legati al caldo e all'afa.
24 Maggio 2019
In aumento i casi di melanoma, specialmente nella fascia di età tra i 40 e i 60 anni
8 Maggio 2019
Per contrastare questa malattia la prevenzione e la diagnosi precoce rappresentano la chiave

Archivi

BlogSalute

13 Agosto 2019

DIFENDERSI DAL SOLE: FALSI MITI E VERITA’

È vero che se mi riparo sotto l’ombrellone la crema solare non serve? Questi e altri miti sulla foto protezione

Durante i mesi estivi si è soliti passare più tempo libero all’aria aperta, esponendosi maggiormente al sole, il quale offre molteplici benefici al nostro organismo: migliora l’umore, dona energia e rinvigorisce lo spirito. Al contempo però i suoi raggi sono uno dei fattori principali causa d’invecchiamento cutaneo, macchie scure e rughe.

È necessario quindi seguire alcune accortezze per godersi il sole in totale tranquillità.

Ma quali sono le credenze errate più diffuse?

Se mi sdraio sotto l’ombrellone o già abbronzato non mi serve la crema solare. Falso.

La crema solare non protegge solo contro le scottature ma anche contro gli altri danni causati dalla fotoesposizione, spiega la dott.ssa Rosanna Capezzera, specialista in Dermatologia presso il Centro di medicina.

I primi segnali negativi dell’esposizione al sole possono comparire immediatamente manifestandosi sotto forma di arrossamento (eritema) della pelle accompagnato da prurito, bruciore o addirittura bolle.

Quelli, invece che si presentano nel lungo periodo, sono ad esempio il fotoinvecchiamento precoce con rughe o macchie e la fotocarcinogenesi ovvero l’induzione di tumori cutanei.

L’abbronzatura rende più sani. Vero e Falso insieme.

In alcuni casi l’esposizione al sole è addirittura consigliata, continua la dottoressa, il sole è fondamentale per evitare il rachitismo nei bambini, inoltre è consigliato per chi è carente di vitamina D.

È vero che una pelle abbronzata può farci apparire più sani, ma va ricordato che l’abbronzatura è un meccanismo di difesa della pelle per difenderci dai danni dei raggi ultravioletti (UV).

Stare al sole ci fa fare scorta di vitamina D. Falso.

Per favorire l’assimilazione della vitamina D sono sufficienti pochi minuti al giorno di esposizione. Al contrario, prendere troppo sole durante il periodo dell’infanzia e nell’adolescenza aumenta il rischio di sviluppare un melanoma in età adulta. È bene quindi evitare le esposizioni eccessive.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Cookie Policy.Cookie Policy. Cliccando "Ok" su questo banner o proseguendo nella navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie.

Impostazioni: scegli a quali tipologie di cookie dare il consenso. Clicca "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.