Home > BlogSalute > La riabilitazione respiratoria nel paziente post Covid

Ultimi articoli

13 Settembre 2021
Intervista alla dott.ssa Elena Giardini, Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica
23 Agosto 2021
In molte persone un regime dietetico equilibrato ed un esercizio fisico regolare possono non bastare ad evitare un accumulo di tessuto adiposo e cutaneo a livello addominale e rendere necessario una correzione chirurgica.
27 Luglio 2021
L’intervento di mastoplastica addittiva, sin dalla sua introduzione nel 1963, è sempre rimasto al top delle richieste in chirurgia estetica.
9 Giugno 2021
Dai test sierologici e anticorpali un supporto per la gestione dei pazienti esposti al virus
14 Maggio 2021
Velocizza il recupero e previene il persistere della disabilità respiratoria e motoria

Archivi

BlogSalute

14 Maggio 2021

La riabilitazione respiratoria nel paziente post Covid

Velocizza il recupero e previene il persistere della disabilità respiratoria e motoria

Nei pazienti affetti da Covid19 sono stati riscontrati disturbi della funzione respiratoria. Uno studio cinese, condotto nei mesi di gennaio e febbraio 2020, ha messo in luce come un tempestivo intervento di riabilitazione respiratoria possa contribuire a recuperare la funzionalità polmonare, migliorando la qualità della vita.

Basandosi sui riscontri in letteratura relativi alla riabilitazione respiratoria su persone affette da malattie ostruttive polmonari croniche, il trial di Liu at al. 2020[1] ha coinvolto 72 partecipanti guariti dal Covid, sopra i 65 anni di età, che non presentavano patologie respiratorie pregresse.

Il percorso riabilitativo prevedeva due sessioni a settimana per un periodo di sei settimane ed era composto da esercizi di respirazione, esercizi di stretching ed esercizi da svolgere a casa.

È stato riscontrato che il gruppo che aveva seguito il programma era riuscito a migliorare la propria respirazione grazie al corretto uso del diaframma e della muscolatura intercostale della gabbia toracica e la resistenza allo sforzo in maniera significativa rispetto al gruppo di controllo: il declino dei muscoli respiratori ha infatti come conseguenza la dispnea, che genera debolezza muscolare da non uso.

Con la riabilitazione respiratoria è possibile non solo migliorare la dinamica respiratoria, ma anche contrastare l’indebolimento muscolo-scheletrico, riducendo l’insorgenza di possibili complicanze.

[1] (https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32379637/

Ultimi articoli

13 Settembre 2021
Intervista alla dott.ssa Elena Giardini, Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica
23 Agosto 2021
In molte persone un regime dietetico equilibrato ed un esercizio fisico regolare possono non bastare ad evitare un accumulo di tessuto adiposo e cutaneo a livello addominale e rendere necessario una correzione chirurgica.
27 Luglio 2021
L’intervento di mastoplastica addittiva, sin dalla sua introduzione nel 1963, è sempre rimasto al top delle richieste in chirurgia estetica.
9 Giugno 2021
Dai test sierologici e anticorpali un supporto per la gestione dei pazienti esposti al virus
14 Maggio 2021
Velocizza il recupero e previene il persistere della disabilità respiratoria e motoria

Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Cookie Policy.Cookie Policy. Cliccando "Ok" su questo banner o proseguendo nella navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie.

Impostazioni: scegli a quali tipologie di cookie dare il consenso. Clicca "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.