Home > BlogSalute > DURANTE LE FESTIVITA’ IL CUORE CHIEDE MASSIMA CAUTELA

Ultimi articoli

6 Maggio 2021
Una condizione caratterizzata da rigidità e dolore nell'articolazione della spalla
21 Aprile 2021
"Bersaglio Melanoma" pazienti e specialisti alleati per diagnosi precoci
11 Marzo 2021
I vantaggi della pre-riabilitazione unita ad una valutazione funzionale per affrontare al meglio l’intervento chirurgico
9 Febbraio 2021
Malattia silenziosa, può fare la sua comparsa anche dopo anni
23 Dicembre 2020
Se ci nutriamo bene, saremo più forti per affrontare le infezioni, comprese le influenze stagionali

Archivi

BlogSalute

23 Dicembre 2019

DURANTE LE FESTIVITA’ IL CUORE CHIEDE MASSIMA CAUTELA

Negli ultimi giorni dell’anno le tavole imbandite e la settimana bianca possono essere rischiose

Per chi soffre di patologie legate al cuore i rischi sono dietro l’angolo, ma basta seguire qualche accortezza per vivere questo periodo festivo in maniera più serena.

Il trucco per salvaguardare il nostro cuore è, secondo i cardiologi riuniti a Roma nei giorni scorsi in occasione dell’80esimo congresso nazionale, la moderazione.

Il presidente della Società Italiana di Cardiologia evidenzia i rischi legati all’alimentazione sproporzionata, grassa ed ipercalorica che generalmente caratterizza i pranzi e le cene di questo periodo, che può andare a compromettere la salute del cuore, specie per chi è affetto da patologie cardiologiche.

È fondamentale non cedere troppo alle tentazioni in tavola, anche se qualche strappo alla regola è concesso, ma chi soffre di problemi legati all’obesità che deve osservare una dieta povera di carboidrati; chi invece soffre di problemi cardiovascolari deve cercare di limitare i grassi animali e i dolci.

Tra un appuntamento e l’altro come quelli dal 27 al 31 dicembre, sarebbe indicato seguire un regime alimentare più leggero che privilegi molto pesce e tanta verdura.

Attenzione anche per “gli sportivi del weekend” che durante i giorni di vacanza trascorreranno qualche giorno in montagna per la settimana bianca: per chi non è seriamente allenato, il freddo della montagna potrebbe nuocere moltissimo a causa del restringimento improvviso delle arterie: quindi le persone anziane e chi è già stato colpito da un ictus od un infarto, deve usare la massima cautela.

Ultimi articoli

6 Maggio 2021
Una condizione caratterizzata da rigidità e dolore nell'articolazione della spalla
21 Aprile 2021
"Bersaglio Melanoma" pazienti e specialisti alleati per diagnosi precoci
11 Marzo 2021
I vantaggi della pre-riabilitazione unita ad una valutazione funzionale per affrontare al meglio l’intervento chirurgico
9 Febbraio 2021
Malattia silenziosa, può fare la sua comparsa anche dopo anni
23 Dicembre 2020
Se ci nutriamo bene, saremo più forti per affrontare le infezioni, comprese le influenze stagionali

Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Cookie Policy.Cookie Policy. Cliccando "Ok" su questo banner o proseguendo nella navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie.

Impostazioni: scegli a quali tipologie di cookie dare il consenso. Clicca "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.