Home > Pillole di Salute > Dove si localizza il dolore della rizoartrosi?

Ultimi articoli

30 Luglio 2022
Ne parliamo con la dottoressa Tiziana Mesiano, neurologa
25 Luglio 2022
Ne parliamo con la dottoressa Laura Mancino, pneumologa
22 Luglio 2022
Ne parliamo con la dottoressa Stefania Leoni, endocrinologa
15 Luglio 2022
Ne parliamo con la dottoressa Teresa Lacchin, gastroenterologa ed endoscopista
7 Luglio 2022
Ne parliamo con la dottoressa Anna Bassini, senologa

Archivi

Pillole di Salute

15 Giugno 2022

Dove si localizza il dolore della rizoartrosi?

Ne parliamo con il dottor Daniele Gianolla, ortopedico

Siete su Radio Padova ancora una volta a voi l’augurio di una buona giornata, stamattina ospitiamo il dottor Daniele Gianolla, ortopedico presso il Centro di medicina di Castelfranco Veneto, Montebelluna e Mestre.

Per ascoltare l’intervista, utilizza il seguente player:

Oggi chiediamo al dottor Gianolla dove si localizza il dolore della rizoartrosi?

La rizoartrosi è una patologia degenerativa che colpisce un’articolazione della radice del pollice, da rizo greco. Il dolore prevalente è proprio alla radice del pollice e soprattutto evocato in movimenti di presa in digitale (pollice e indice in torsione). Un movimento tipico doloroso è quello di aprire la macchinetta del caffè o l’accensione dell’auto girando la chiave o aprendo un barattolo o anche prendere un vassoio pesante facendo presa tra pollice e indice. Il dolore è talmente forte che a volte può portare a lasciare la presa e questo dolore può continuare anche durante il giorno in base ai gradi di lesione articolare che abbiamo.

Dottore come si può curare?

È consigliato partire con un trattamento conservativo che è a base di antinfiammatori, ma soprattutto tutori che centrino l’articolazione e la tengano in posizione di riposo. A queste possono essere associate dei trattamenti di fisioterapia e anche poi infiltrativi, questi con sostanze tipo acido ialuronico o cortisonici quando il dolore è importante.

Poi quando è passato un po’ di tempo e non vi sono risultati si può passare alla fase chirurgica: il chirurgo ha a sua disposizione una serie di interventi che vanno dalla semplice stabilizzazione fino alla fusione articolare sino addirittura alla sostituzione completamente protesica dell’articolazione.

Ultimi articoli

30 Luglio 2022
Ne parliamo con la dottoressa Tiziana Mesiano, neurologa
25 Luglio 2022
Ne parliamo con la dottoressa Laura Mancino, pneumologa
22 Luglio 2022
Ne parliamo con la dottoressa Stefania Leoni, endocrinologa
15 Luglio 2022
Ne parliamo con la dottoressa Teresa Lacchin, gastroenterologa ed endoscopista
7 Luglio 2022
Ne parliamo con la dottoressa Anna Bassini, senologa

Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui Cookie Policy.

Impostazioni Cookie

Scegli a quali categorie di cookie dare il consenso. Clicca su "Salva impostazioni cookie" per confermare la tua scelta.

FunzionaliSi tratta di cookie necessari al corretto funzionamento del sito web.

Analitici

Social media

Marketing

Altri

Impostazioni Cookie

Scegli a quali categorie di cookie dare il consenso. Clicca su "Salva impostazioni cookie" per confermare la tua scelta.

FunzionaliSi tratta di cookie necessari al corretto funzionamento del sito web.

Analitici

Social media

Marketing

Altri


WeePie Cookie Allow close popup modal icon