Home > Eventi, News > VIS 2018: PAPES RILANCIA LA PROBLEMATICA DELLA CARENZA DEI MEDICI PRESENTANDO UN’ANALISI LUNGIMIRANTE DEL SETTORE

Ultimi articoli

5 Agosto 2020
La nuova attività sportiva porta le discipline di Villorba a 22, un nuovo record per il comune trevigiano
31 Luglio 2020
Ecco le date delle chiusure estive delle nostre sedi
29 Luglio 2020
Dal ruolo dello screening nella diagnostica sportiva ai problemi della vista durante l’attività fisica
29 Luglio 2020
Centro di medicina Rovigo amplia gli spazi e i servizi integrando oculistica e ginecologia
24 Luglio 2020
Da venerdì 24 luglio si accede alla struttura dal varco laterale che si affaccia sull’headquarter

Archivi

Eventi, News

25 Settembre 2018

VIS 2018: PAPES RILANCIA LA PROBLEMATICA DELLA CARENZA DEI MEDICI PRESENTANDO UN’ANALISI LUNGIMIRANTE DEL SETTORE

L’intervento dell’AD del gruppo Centro di medicina ha portato i riflettori sui problemi attuali

L’intervento dell’AD del gruppo Centro di medicina, tenutosi in occasione del convegno dal titolo “Passato, presente e futuro del sistema sanitario nazionale” sabato 22 settembre nell’ambito della manifestazione VIS – Venezia in Salute 2018 ha portato i riflettori su un problema di scottante attualità per la sanità italiana: la carenza dei medici.

Come già evidenziato da Papes in precedenti occasioni, la carenza di medici porterà alla paralisi del sistema sanitario, pubblico o privato che sia.

Le stime economiche purtroppo non sono dalla parte delle famiglie che si trovano a dover fronteggiare da una parte una spesa sanitaria crescente di anno in anno e la carenza di medici specialistici dall’altra, che porta ad una riduzione progressiva di servizi in ambito pubblico.

Vincenzo Papes in qualità di imprenditore privato nel comparto sanità ha portato avanti una personale proposta per affrontare la sfida di questi tempi, puntando il dito sulle responsabilità del Miur di fronte alla carenza di medici e rendendosi disponibile alla partecipazione ad un tavolo permanente sul tema dove pubblico e privato si confrontino in modo costruttivo sulla questione.

D’altro canto anche l’opzione sanitaria rappresentata dal privato è minacciata dall’ingresso nel mercato di gruppi e fondi di investimento finanziari che sono dotati di maggiore capacità di investimento, ma mancano delle competenze e dei know how consolidati, insiti nel DNA di chi la salute la gestisce e la promuove.

Forte di questa consapevolezza, Papes, segue con lungimiranza la via dell’aggregazione per innovare ed offrire servizi di valore aggiunto al paziente.

Una filiera sanitaria, ben strutturata, ha evidenziato, può portare ad un reale cambiamento del sistema.

Ultimi articoli

5 Agosto 2020
La nuova attività sportiva porta le discipline di Villorba a 22, un nuovo record per il comune trevigiano
31 Luglio 2020
Ecco le date delle chiusure estive delle nostre sedi
29 Luglio 2020
Dal ruolo dello screening nella diagnostica sportiva ai problemi della vista durante l’attività fisica
29 Luglio 2020
Centro di medicina Rovigo amplia gli spazi e i servizi integrando oculistica e ginecologia
24 Luglio 2020
Da venerdì 24 luglio si accede alla struttura dal varco laterale che si affaccia sull’headquarter

Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Cookie Policy.Cookie Policy. Cliccando "Ok" su questo banner o proseguendo nella navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie.

Impostazioni: scegli a quali tipologie di cookie dare il consenso. Clicca "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.