Home > BlogSalute > La rapida ascesa delle procedure mini invasive in chirurgia e medicina estetica

Ultimi articoli

20 Settembre 2022
L’attività fisica giusta può essere di supporto nel combattere una delle principali cause di disabilità
28 Luglio 2022
I consigli pratici della Società Italiana di Medicina Interna
4 Luglio 2022
È una delle malattie cutanee più diffuse
30 Giugno 2022
Sono circa 300.000 le persone in Italia che presentano la forma avanzata
16 Giugno 2022
Il network Centro di medicina è al tuo fianco nella ripresa della pratica sportiva

Archivi

BlogSalute

13 Settembre 2021

La rapida ascesa delle procedure mini invasive in chirurgia e medicina estetica

Chirurgia e medicina estetica mini-invasiva Dott.ssa Giardini Elena

Intervista alla dott.ssa Elena Giardini, Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica

La Chirurgia e la Medicina Estetica rappresentano settori in continuo  cambiamento perché devono rispondere alle esigenze sempre maggiori dei pazienti che, oggi particolarmente, cercano procedure veloci, efficaci, sicure.

Gli ultimi anni hanno visto un’incredibile evoluzione nelle tecniche utilizzate in questa disciplina, che ne hanno determinato una rapida ed incontrovertibile trasformazione.

Il trend delle procedure mini invasive è in continuo aumento e la loro efficacia è confermata da tassi di soddisfazione nei pazienti assolutamente coerenti. Ne parliamo con la Dott.ssa Elena Giardini, specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica.

Cosa sono le procedure mini invasive?
Sinteticamente si potrebbe rispondere che in una procedura minimamente invasiva il Chirurgo Plastico utilizza tecniche che limitano la dimensione e la quantità di incisioni o iniezioni, riducendo e controllando l’invasività dell’atto con tempi di recupero più rapidi per i pazienti.

Come possono essere utilizzate le procedure mini invasive in Chirurgia Estetica?
Una procedura minimamente invasiva si avvale dell’utilizzo delle tecnologie più recenti, come quella endoscopica e laser assistita, per eseguire procedure che una volta richiedevano interventi chirurgici estesi ed invasivi.
La chirurgia estetica endoscopica viene utilizzata particolarmente per il ringiovanimento del terzo superiore e medio del volto (lifting endoscopico frontale e del mid face) e per effettuare un aumento volumetrico del senosenza cicatrici nell’area mammaria (mastoplastica additiva endoscopica).
L’endoscopia permette inoltre di ridurre gli esiti cicatriziali e di posizionarli strategicamente dove saranno meno visibili, i recuperi post operatori sono più rapidi e leggeri.
Un altro importante capitolo è rappresentato dalla tecnologia laser con un campo di applicazione vastissimo e possibilità di utilizzo strettamente dipendenti dal tipo di lunghezza d’onda utilizzata, vascolare, diodo, ecc.
In questo specifico ambito un discorso a parte merita il ringiovanimento non chirurgico del volto e del collo effettuato con laser frazionati non ablativi di ultima generazione. Il resurfacing cutaneo non ablativo o frazionato è un’opzione meno invasiva rispetto a quella tradizionale ed è diretta verso le aree più profonde della pelle per stimolare la produzione di collagene.

Ci sono novità di rilievo nel ringiovanimento non chirurgico del viso?
Sta dando risultati incredibili una nuovissima tecnica di ringiovanimento non
chirurgico del volto e del collo che utilizza in maniera combinata la tecnologia laser di ultima generazione, riuscendo a correggere i vari segni di ageing contemporaneamente, come rughe statiche, atrofia tessutale ed a ridefinire l’ovale del volto senza l’utilizzo di filler o di botox.
E’ inoltre possibile effettuare un ringiovanimento selettivo dell’area oculare
(blefaroplastica laser assistita e correzione delle occhiaie).

Quali sono alcune delle tecniche mini invasive più richieste in Medicina Estetica?
Tossina Botulinica Tipo A
Le iniezioni di Botox® sono ora diventate un’opzione comune utilizzata da molti per ottenere un aspetto più giovane. Funzionano rilassando i muscoli facciali sottostanti per prevenire od attenuare la comparsa di linee sottili e rughe. Sono spesso abbinati a trattamenti di filler dermico.

Filler dermici
I filler dermici coprono una vasta gamma di aree di trattamento, rendendolo un’opzione di procedura minimamente invasiva comune per molti pazienti.
I filler dermici creano e ripristinano il volume nell’area target e riducono la comparsa di rughe e linee sottili. Di recente introduzione i Filler cosiddetti dinamici o ad RHA.

Hydrafacial
Questa procedura minimamente invasiva integra detersione, esfoliazione, estrazione e idratazione, rendendola una delle opzioni più popolari per i trattamenti viso. Questo trattamento per la cura della pelle è anche descritto come “microdermoabrasione umida”. Il processo in più fasi di 30 minuti può anche utilizzare sieri e antiossidanti specifici per migliorare l’aspetto della pelle.

Microneedling
Conosciuto anche come collagene induction therapy (CIT), il microneedling è considerato una procedura mini mamente invasiva finalizzata ad un ringiovanimento generale della pelle. Questo delicato trattamento di resurfacing crea microlesioni controllate alla pelle per indurre il suo naturale processo di riparazione, stimolando la produzione di elastina e collagene e aiutando a migliorare le aree di lassità.

Ulterapia®
A causa della sua natura sicura ed efficacia, Ultherapy® è una procedura minimamente invasiva approvata dalla FDA finalizzata sollevare e distendere la pelle al fine di ottenere un effetto di ringiovanimento.
Il dispositivo utilizza l’energia a ultrasuoni micro-focalizzata per creare un effetto di calore sotto la pelle finalizzato a stimolare il naturale processo di produzione di collagene ed elastina del corpo.

Come decidere il trattamento migliore per noi?
Il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un Medico Specialista in
Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica e ad una Struttura Qualificata.

Ultimi articoli

20 Settembre 2022
L’attività fisica giusta può essere di supporto nel combattere una delle principali cause di disabilità
28 Luglio 2022
I consigli pratici della Società Italiana di Medicina Interna
4 Luglio 2022
È una delle malattie cutanee più diffuse
30 Giugno 2022
Sono circa 300.000 le persone in Italia che presentano la forma avanzata
16 Giugno 2022
Il network Centro di medicina è al tuo fianco nella ripresa della pratica sportiva

Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui Cookie Policy.

Impostazioni Cookie

Scegli a quali categorie di cookie dare il consenso. Clicca su "Salva impostazioni cookie" per confermare la tua scelta.

FunzionaliSi tratta di cookie necessari al corretto funzionamento del sito web.

Analitici

Social media

Marketing

Altri

Impostazioni Cookie

Scegli a quali categorie di cookie dare il consenso. Clicca su "Salva impostazioni cookie" per confermare la tua scelta.

FunzionaliSi tratta di cookie necessari al corretto funzionamento del sito web.

Analitici

Social media

Marketing

Altri


WeePie Cookie Allow close popup modal icon